Adolescenti di ieri e di oggi

Adolescenti di ieri e di oggi

Stampa

Dietro a quell'atteggiamento scontroso tipicamente adolescenziale pullulano idee, pensieri ed emozioni.

I ragazzi di oggi, parimenti a quelli di ieri, desiderano essere ascoltati, apprezzati, compiere azioni divertenti, virtuose, essere considerati bravi... un apprezzamento o una critica può influenzare l'umore di un'intera giornata e non solo.

Apparentemente sbadati, ma tutt'altro che superficiali, perché alle prese con la costruzione del proprio se' e della propria identità. Dobbiamo imparare a conoscere il loro modo di esprimersi e saranno loro a farci entrare (mi raccomando solo in parte) nel loro mondo segreto.

Quante cose le sto imparando dai ragazzi e a volte anch'io mi sento proprio "vecchia" ;-).

Noi adulti dobbiamo tollerare di non sapere tutto, di essere un porto sicuro da cui salpare e in cui trovare protezione durante le tempeste ("ormonali" per lo più). Accettare che ci mettano alla prova, scontrandosi con noi... Perché un adolescente, talvolta più di qualunque altra persona, sa mettere in difficoltà un adulto.

L'adolescente di ieri e di oggi rompe gli schemi, mette in discussione la corazza e le maschere dietro cui abbiamo nascosto le nostre debolezze. Vuole un confronto autentico perché è alla ricerca di verità, in primis su se stesso.

I ragazzi ricercano l'equilibrio tra libertà e regole, sfidano il limite perché non ne hanno la misura, alcuni giovani sono da un lato troppo rigidi (es. Non escono mai di casa evitano il confronto) ma poi passano ore a chattare o con i videogiochi.

I ragazzi di oggi hanno molti più stimoli e strumenti dei ragazzi di ieri, più pericolosi e difficili da gestire in particolare alla loro età.

Di che cosa ha bisogno un adolescente? Sempre e comunque di un adulto che non si senta da lui troppo distante ma sia abbastanza sicuro di essere un esempio, si spera positivo.